Comprare azioni: guida su come fare oggi [2021]

by 10 Dicembre 2020

Fare trading in Borsa è stato sempre il tuo sogno? Magari un desiderio innescato dopo aver visto qualche film dove il protagonista è un broker incallito o dove mostra la mitica Wall Street dove tutti si sbattono nel tentativo di comprare azioni e venderle.

In questo articolo, forniamo una guida completa su come comprare azioni e dove farlo. In effetti, comprare e vendere azioni non è così complicato come potrebbe sembrare.

Oggi la tecnologia lo permette agevolmente, fermo restando che dietro ci sia tutto uno studio da eseguire, un’analisi più precisamente. E occorrano anni di esperienza, fatti anche di sconfitte dalle quali imparare qualcosa.

Comprare azioni è possibile tramite i CFD, i Contract for difference. Ed in questo articolo vedremo meglio come fare e se conviene.

Una soluzione conveniente per fare trading sui titoli azionari è quella del broker eToro. Si tratta di una piattaforma regolata che offre la possibilità, grazie al copytrading, di replicare le operazioni dei trader più bravi.

Per maggiori informazioni su eToro cliccate qui per visitare il sito ufficiale.

Azioni: cosa sono

Cosa sono le azioni? Le azioni costituiscono ciascuna parte unitaria che compone il capitale di una società per azioni. Ossia, quelle società quotate in Borsa. Pertanto, possedere una azione significa in sostanza possedere una piccola parte del capitale di una società. Il che comporta da un lato dei diritti, ma dall’altro anche dei doveri.

Le azioni costituiscono anche titolo di credito, vale a dire uno strumento che include un diritto, ma che può essere trasmesso anche ad altri soggetti.

La quotazione in Borsa di una società ha come obiettivo quello di reperire capitale per allargare la propria attività.

Comprare azioni: le domande frequenti

Prima di approfondire la questione della compravendita di azioni in Borsa cerchiamo di rispondere ad alcune domande comuni:

Cosa significa comprare azioni oggi?

Tecnicamente quando si acquista una azione di una società si entra a far parte del capitale di quella azienda. Chi utilizza i CFD invece sta semplicemente negoziando sull’andamento dell’azione e dunque sulla quotazione.

Conviene comprare azioni?

No, attualmente le piattaforme CFD consentono di vendere allo scoperto e dunque fare maggiori profitti traendo vantaggio dai movimenti di prezzo delle quotazioni.

Dove comprare azioni?

Si possono utilizzare i broker CFD per iniziare a investire in Borsa con i derivati. Chi si avvicina per la prima volta all’investimento in Borsa potrebbe cominciare con eToro, un broker adatto ai principianti.

Migliori piattaforme per comprare azioni

Ecco alcune piattaforme regolamentate per comprare e vendere azioni:

BROKER
CARATTERISTICHE
PIATTAFORMA
 
Ebook gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Social trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
Spread 0 pipsConti zero XMISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Azioni tipi

Quali sono i tipi di azioni esistenti? Sostanzialmente si dividono in due famiglie, in base al fatto che siano o meno quotate:

  • Azioni quotate: nel primo caso, abbiamo azioni che possono essere agevolmente acquistate o vendute ad un determinato valore di mercato
  • Azioni non quotate: azioni più difficili da vendere

Più specificatamente, sono previste più tipologie di azioni, in base ai diritti che conferiscono ai soci che le possiedono. Vale a dire:

Azioni di risparmio

Questa tipologia di azione, in realtà, non conferisce diritto di voto ma comunque diritti in termini economici. In particolar modo, riferiti ai dividendi

Azioni privilegiate

Questa tipologia di azioni prevalgono in seno alla distribuzione dei dividendi, sebbene poi prevedano un limite al diritto di voto. Specificamente, prevedendolo solo per le assemblee straordinarie.

Azioni a voto plurimo

Questo tipo di azioni, invece, prevedono per le società non quotate la possibilità di generare a livello statutario delle azioni aventi un particolare tipo di diritto di voto. Che diventa plurimo.

In realtà, anche le S.P.A possono prevedere questo tipo di azione, qualora fossero già previste prima che la società venisse quotata in Borsa.

Azioni a voto maggiorato

Uno statuto di una società quotata può prevedere anche un voto maggiorato, fino a un massimo di due voti per ogni azione collegata ad un singolo azionista. Questo diritto viene maturato per almeno 2 anni consecutivi.

Azioni come funzionano

Come funzionano le azioni? Innanzitutto, occorre chiarire che un azionista è un socio della società. E non un creditore.

Cosa vuol dire ciò? Che è parte attiva alle decisioni della società, attraverso il proprio voto nel Consiglio di amministrazione (chiamato anche con l’acronimo Cda), avendo un peso diverso in base alla quota di azioni possedute.

Inoltre, si accolla anche i rischi qualora si verifichino perdite. Sebbene, occorra specificare che anche in questo caso i rischi son proporzionati alle azioni che l’azionista possiede.

Più specificatamente, un azionista può:

  • in caso di distribuzione dei dividendi, ha diritto a riceverli in proporzione alle azioni possedute
  • come accennato prima, ha diritto di votare in seno al Consiglio di amministrazione (per esempio, per l’approvazione del bilancio, l’acquisizione di una società, la cessione di un ramo della società, la fusione con un’altra società, ecc.)
  • ha il diritto di visionare i libri contabili della società, per vedere se è tutto in regola e sollevare eventuali contestazioni nel caso in cui si accorga di qualche irregolarità
  • la possibilità di impugnare le delibere assembleari invalide

Azioni dove si comprano

Dove avviene la compravendita delle azioni?

Il luogo deputato a ciò è il mercato azionario. Che divideremo in tre tipi:

  • Mercati regolamentati
  • Sistemi multilaterali di negoziazione (chiamati anche con l’acronimo “MTF”)
  • Internalizzatori sistematici

In Italia, il mercato più importante per le azioni è quello gestito da Borsa Italiana s.p.a.

Chi vuole comprare azioni – che si tratti di una persona fisica o di una società – hanno bisogno di intermediari autorizzati. I quali possono essere gli istituti bancari o le SIM (società di intermediazione mobiliare).

Da alcuni anni l’acquisto e la vendita di azioni è stata facilitata dalla tecnologia, grazie alle piattaforme di trading online che consentono di comprare e vendere azioni comodamente tramite smartphone e tablet. Iscrivendosi ad un Broker.

Migliori piattaforme per investire in Azioni

Abbiamo concluso il precedente paragrafo accennando al trading online. Si tratta di una grande opportunità, ma bisogna scegliere le piattaforme giuste per poterla eseguire. Ecco a nostro avviso alcuni Broker molto interessanti:

Plus500

Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni) è uno dei migliori broker per fare trading sulle azioni.

Ha licenza CySEC e FCA, ma vanta anche diverse partnership con società di calcio. Si pensi alla italiana Atalanta o alla spagnola Atletico Madrid.

Plus500 è tradotto in ben 32 lingue, consente una importante diversificazione del portafoglio dato che prevede ben oltre 2mila asset disponibili.

Plus500 prevede un solo account, con deposito minimo di 100 euro.

Per iniziare a fare trading in azioni con Plus500 cliccate qui.

Circa il 72% dei trader su broker CFD perde denaro. Prima operare sui mercati dovresti capire cosa sono e come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro associati.

eToro

Il Broker eToro (clicca qui per maggiori informazioni) conta quasi 7 milioni di trader iscritti, distribuiti tra 140 Paesi.

E’ un broker autorizzato, anzi vanta ben tre licenze: CySEC, FCA e ASIC.

Il Broker prevede anche ottime condizioni in termini di spread e commissioni, più basse della media di mercato.

Etoro si distingue soprattutto per il copy trading, che ufficialmente si chiama CopyTrade. Vale a dire, al trader iscritto alla piattaforma viene data la possibilità di copiare i trader vincenti. Ricavando dei profitti che saranno ricalcolati e sommati in un conto a parte.

Il broker eToro prevede un solo account, con deposito minimo di 200 euro. Per quanti vogliono diversificare il portafoglio in più asset, prevede anche i Copyporfolios.

Per iniziare a investire in azioni con eToro cliccate qui.

Circa il 66% dei trader con questo broker CFD perde denaro facendo trading online. Prima di investire considera i rischi di perdita di denaro.

OBRinvest

Il broker OBRinvest prevede 4 account diversi, con deposito minimo di 250 euro. La licenza è quella CySEC e anche qui siamo di fronte ad un Broker con ottime condizioni in termini di spread e commissioni.

OBRinvest prevede una sezione dedicata alla formazione molto ampia, che mette il trader in condizione di formarsi, sia a livello teorico che pratico.

La vera chicca del Broker resta però i segnali di trading, dato che sono quelli della società Trading Central. Autorevole società del settore. I segnali di trading sono suggerimenti sulle posizioni da assumere sul mercato per opera di esperti di trading online.

Per iniziare a investire in azioni con OBRinvest cliccate qui.

Xm.COM

Il Broker Xm.com (clicca qui per maggiori informazioni) ha anche esso licenza CySEC ed ottime condizioni spread e commissioni.

Xm.com si caratterizza per il fatto di prevedere un deposito minimo di soli 5 euro. Una cifra davvero esigua ed accessibile a tutti.

Ha 3 conti da scegliere e nonostante il basso deposito richiesto, anche un Conto demo per esercitarsi.

Organizza webinar ogni mese e corsi di trading sia per trader alle prime armi che per trader navigati.

La piattaforma è davvero user friendly, sia nella versione web based che app.

Per iniziare a comprare azioni con XM cliccate qui.

Comprare e vendere azioni in giornata

Come comprare e vendere azioni in giornata? Questa strategia di trading si chiama trading intraday, poiché le operazioni di trading online vengono assolte nell’arco di una sola giornata.

Questo genere di strategia prevede comunque una certa dimestichezza e prontezza, poiché dobbiamo decidere in maniera abbastanza breve, quando comprare e vendere le azioni. Praticamente in poche ore.

La scelta migliore per comprare e vendere azioni in giornata è sempre quella di affidarsi ai Broker succitati, onde evitare di pagare commissioni altissime e avere poca discrezione decisionale come nel caso delle banche. O cascare in truffe di chi ti promette la Luna.

Ad esempio utilizzando broker come eToro o Plus500 si ha la garanzia di operare con broker seri e affidabili.

Il trading intraday si distingue dallo scalping che è un modus operandi ancora più veloce ed estremo. Se è vero che lo scalping è una strategia che si assolve sempre in seno ad una sola giornata, è anche vero che prevede più operazioni di trades continue. Quindi, occorre una dimestichezza e nervi saldi per espletarla.

Diversa ancora è una strategia cassettista, che invece si dilunga su più settimane se non mesi. Ovvero, si acquista un asset e lo si conserva (di qui il termine cassettista, perché va pensato come qualcosa che conserviamo in un cassetto) in attesa che il prezzo possa lievitare e quindi incassare un consistente profitto dalla sua cessione.

Comprare azioni con i CFD

Per comprare e vendere azioni di una società quotata in Borsa non occorre per forza diventare soci. Anzi, con le possibilità offerte oggi, la cosa migliore è farlo tramite i Contract for difference.

Questo genere di contratto è di tipo derivato, poiché il suo valore riflette fedelmente quello dell’asset sottostante.

I CFD hanno il vantaggio di poter investire su tanti tipi di asset senza doverli possedere direttamente. Con commissioni basse e la possibilità di sfruttare la Leva finanziaria.

I CFD prendono il loro nome dal fatto che il profitto o la malaugurata perdita dipenderanno dalla differenza di prezzo dell’asset acquistato da quando abbiamo sottoscritto il contratto a quando il contratto è scaduto.

Quindi, potrete guadagnare sulle azioni delle migliori società quotate in Borsa (dai colossi informatici come Amazon, Google e Apple) alle case farmaceutiche (Pfizer, Astrazeneca) passando per i colossi del settore auto (Ford, FCA, FSA). Ecc.

Comprare azioni in Banca conviene?

Come detto, comprare le azioni in Banca non conviene particolarmente. Infatti, ci sono degli svantaggi da tenere presente:

  • Pagare commissioni altissime, dato che la Banca si occuperà di gestire il vostro portafogli
  • Piattaforme non comparabili con quelle elencate in precedenza
  • Non poter sfruttare la vendita allo scoperto, come invece possibile con i Broker CFD
  • Non poter sfruttare le potenzialità della leva finanziaria, capace di moltiplicare i profitti ma, di contro, anche le perdite

Conclusioni

Dunque, comprare azioni comporta tanti rischi ma anche grandi opportunità, proprio come ogni investimento che si rispetti.

Abbiamo detto che conviene investire tramite trading CFD e non diventare azionisti. Anche perché non è facile, sia dal punto di vista economico sia burocratico.

Meglio sempre scegliere Broker con regolare licenza (come ad esempio eToro adatto molto a chi è agli inizi) e che offrano tanti servizi che vi aiuteranno nella vostra attività.

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.