Obbligazioni cosa sono, come investire con quali broker

by 7 Gennaio 2021

In questo articolo vi offriamo una guida completa sulle obbligazioni. Al fine di comprendere al meglio come funzionano e se conviene investire su questo strumento finanziario.

Come preferiamo sempre fare, è bene conoscere prima il meglio possibile una opportunità di guadagno in quanto abbiamo a che fare con i nostri soldi e non possiamo permetterci di azzardare investimenti sbagliati.

Diciamo che, detto in parole povere, le obbligazioni sono una sorta di prestito che lo Stato, gli enti o società private, chiedono ad un pubblico di investitori per racimolare denaro. Da restituire alla scadenza con gli interessi.

Naturalmente, esistono più tipi di obbligazioni, il cui interesse maturato alla data di scadenza dipende anche dal grado di rischio delle obbligazioni sottoscritte.

Per fare trading online in sicurezza conviene utilizzare le piattaforme CFD regolamentate. Per fare un esempio usando broker come Capital.com si ha a disposizione una piattaforma sicura e con strumenti utili come ad esempio i segnali di trading.

I segnali non sono altro che consigli che tutti gli iscritti ricevono e che possono sfruttare per le proprie operazioni.

Per maggiori informazioni sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale..

Obbligazioni cosa sono

Cosa sono le obbligazioni? Chiamate in inglese Bond, sono titoli che possono essere emessi da Stati, enti sovranazionali o società private, e che maturano un interesse che può essere fisso o variabile.

Alla fine della loro scadenza, prevedono il rimborso del capitale più appunto gli interessi maturati.

Lo scopo è, come detto, quello di ottenere dei capitali da investire. Una sorta di prestito ottenuto pagando però degli interessi. E sono proprio gli interessi che offrono alla data di scadenza che rendono o meno interessante un titolo.

Inoltre, le obbligazioni sono un modo per accantonare del denaro, racimolando comunque anche un interesse. Uno strumento di risparmio, insomma.

Obbligazioni: le domande frequenti

Prima di capire come investire in obbligazioni, cerchiamo di rispondere alle domande comuni :

Cosa sono le obbligazioni?

Sono essenzialmente dei titoli (debito) che vengono emessi da terzi (banche, enti) e danno il diritto a chi la possiede di intascare un rendimento futuro. Esempio sono i titoli del debito italiano, i titoli di Stato e così via.

Conviene investire in obbligazioni?

Attualmente non sono tra gli investimenti migliori in termini di rendimento anche se molti ci investono. Meglio impiegare il proprio capitale su altre forme di investimento più remunerative.

Meglio investire in obbligazioni o fare trading?

Conviene assolutamente puntare sul trading di titoli azionari o panieri di indici. Con il broker eToro , ad esempio, questo si fare facilmente col copy trading o con i copy funds.

Obbligazioni come funzionano

Come funzionano le obbligazioni? Il meccanismo alla loro base è piuttosto semplice:

  • quando acquisti le obbligazioni, compri il loro valore corrente che prevede una determinata scadenza
  • raggiunta la scadenza, riceverai il loro valore nominale più un interesse periodico maturato nell’arco della loro vita

Fanno eccezione le obbligazioni Zero coupon, giacché essi non prevedono la maturazione di interessi periodici. Bensì, pagano un tutt’uno alla scadenza del titolo.

Riguardo la quotazione delle obbligazioni, abbiamo quelle quotate al valore nominale (100), al di sopra di esso o al di sotto.

Gli zero coupon rientrano sempre in quest’ultimo tipo, dato che la differenza tra quest’ultimo ed il prezzo di acquisto, corrisponde proprio all’interesse maturato.

Uno dei principali rischi che si corrono investendo in obbligazioni, è il fallimento di chi li emette. Il che significa non vedersi corrisposto il valore delle obbligazioni alla scadenza, ma tutt’al più qualche interesse periodico prima del fallimento.

Non pochi sono i casi del genere. Per questo, solitamente, si dice che le obbligazioni più sicure sono quelle emesse dagli stati. Anche se pure in questo caso, non siamo mai di fronte ad un rischio zero. Si pensi a quanto accadde ai bond argentini ad inizio 2000.

Migliori piattaforme per investire

BROKERCARATTERISTICHEPIATTAFORMA 
fxtbEbook gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
eToro social tradingSocial trading, copy trading
75% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Come comprare obbligazioni

Come investire in obbligazioni? Hai due strade diverse per farlo.

  1. scelta di titoli più redditizi acquistandoli direttamente sul mercato
  2. acquistare un fondo obbligazionario, o un ETF, che quindi investe su un paniere contente vari Bond

Ci sono comunque delle difficoltà pratiche da tener presente. Nel primo caso, le obbligazioni più redditizie risultato avere controvalori minimi acquistabili molto elevati (50.000 o 100.000 €). Quindi, di fatto, è impossibile praticare la diversificazione degli investimenti.

Il secondo problema al fine di conseguire una diversificazione efficace è quella di scegliere un numero discreto di titoli diversi. Gli esperti consigliano almeno 20. I quali andranno monitorati nel tempo.

Nel caso degli ETF obbligazionari, invece, avremo come vantaggio il fatto di investire su un paniere giù di per sé diversificato. E che si aggiorna automaticamente sulla base delle performance degli stessi.

Occorre però aggiungere che gli ETF non prevedono il rimborso automatico del capitale, ma per ottenerlo serve liquidare il titolo al prezzo di mercato.

Dato però che la durata di un ETF si dilata su un tempo medio – generalmente tra il triennio e il quinquennio – allora il suo valore vedrà il suo prezzo crescere riducendo i rischi.

Riguardo la differenza tra obbligazioni in valuta estera e obbligazioni in Euro, non si presentano particolari difficoltà. Molti bond stranieri vengono quotati sul MOT e sull’EuroTLX. E anche su questi mercati l’investimento è molto semplice.

Il rischio aggiuntivo quando si investe in obbligazioni straniere riguarda le oscillazioni del cambio della valuta. Che può rappresentare un rischio in più.

Obbligazioni rischi

Quali sono i rischi relativi alle obbligazioni? Vediamo i principali:

Fallimento dell’emittente

Abbiamo già accennato a questo tipo di rischi. In genere, il grado di rischio correlato al default dell’emittente aumenta col fatto che si tratti di uno stato, di un ente sovranazionale o di una società privata.

Naturalmente, siamo sempre dinanzi ad un discorso relativo. Non è detto che il bond di uno Stato sia sempre più sicuro di quello di una società.

Per esempio, gli stati emergenti possono rappresentare un rischio maggiore rispetto ad uno stato in seno all’Unione europea, per esempio.

Poiché il primo potrebbe patire una certa instabilità governativa, mentre come sappiamo, il secondo deve sottostare a certi parametri rigidi e determinati requisiti per restare nell’Unione europea. Quindi, almeno che non trucchi palesemente i conti (come fece la Grecia per entrarci), in linea di massima è uno Stato che difficilmente fallirà.

Anche perché, se rischia il default, l’Ue arriva con la Troika e quindi avviene il salvataggio. Con tutto ciò che ne consegue per i diritti sociali dei suoi cittadini.

Stesso discorso riguarda le società private. Un conto è una S.P.A. con una storia gloriosa alle spalle e un conto un piccolo ente privato che offre obbligazioni con tassi di interesse elevati.

Comunque, oltre alla oculatezza nella scelta dell’emittente, il modo migliore per mitigare questo genere di rischio è quello di diversificare il proprio portafoglio titoli. Così da controbilanciare una possibile perdita.

Rischio illiquidità

Il consiglio migliore è sempre quello di evitare obbligazioni senza liquidità, ovvero, non quotate su un mercato ufficiale regolamentato.

Uno dei rischi maggiori che si corre è che potremmo avere problemi nel rientrare in possesso dei propri capitali prima della scadenza del titolo. Un rischio molto elevato, per esempio, per le obbligazioni bancarie che prevedono un rendimento elevato.

Oscillazioni di cambio

Un altro problema, ma collegato principalmente alle obbligazioni emesse con valuta straniera, sta nel fatto che essa possa subire pesanti oscillazioni di cambio. Ovvero, potrebbe perdere molto valore.

Siamo comunque al solito discorso del contraltare: il lato positivo è che, se il valore della valuta dovesse impennare nel tempo, al momento della scadenza potresti ottenere una cospicua remunerazione.

Rischi legati al tasso

Il prezzo di un’obbligazione va in una direzione opposta ad una variazione nei tassi di interesse. Pertanto, se si verifica un rialzo dei tassi, scendere il valore dei bond. Il quale comunque ricomincerà ad aumentare via via che la scadenza si avvicina.

Per effetto del calo dei tassi di interesse, si verificherà un immediato rialzo del valore delle obbligazioni sulle quali abbiamo investito. Per poi ritornare al suo valore nominale col tempo.

Nel caso in cui il “segno” della variazione dovesse essere il medesimo per tutti i titoli, la sua incidenza varia in base alla lunghezza della durata del titolo.

Per esempio, quelli che hanno una durata lunga, quindi superiore al quinquennio, finiscono per essere più sensibili rispetto alle oscillazioni in positivo od in negativo dei tassi di interesse.

Pertanto, all’investitore conviene limitare i suoi investimenti in obbligazioni che abbiano una durata residua minore a quella espressa.

Occorre per esempio evitare i perpetual bonds. Quelli cioè con una durata molto lunga nel tempo. Nonché le obbligazioni dette “callable”, che includono una clausola con cui l’emittente ha la facoltà di rimborsare in modo anticipato il titolo nel caso in cui il prezzo sia cresciuto.

Obbligazioni e azioni differenze

Quali sono le differenze tra obbligazioni e azioni? Diciamo che, pur perseguendo strade diverse, alla fine sono titoli emessi con lo stesso scopo: poter generare guadagno.

Obbligazioni

Oltre alle caratteristiche diverse, però, siamo anche di fronte a rischi differenti.

  • Le azioni rappresentano una quota del capitale di una società che si quota in Borsa. Dopo averle sottoscritte, si diventa soci con tutti i diritti, doveri, rischi e opportunità che ciò comporta
  • Le obbligazionari rappresentano come detto un prestito e chi li sottoscrive non diventa socio dell’emittente, ma per effetto di ciò suo creditore

Oltre al ruolo giuridico che riveste chi investe nelle prime o nelle seconde, altro aspetto riguarda la differente remunerazione che comportano:

  • le azioni fanno guadagnare dai dividenti distribuiti al termine di ciascun esercizio. Risultano quindi correlate all’andamento economico della società emittente e al rendimento del suo business
  • le obbligazioni invece danno diritto ad un profitto derivante dal prestito iniziale più gli interessi maturati

Dunque, come si può facilmente comprendere, le azioni comportano molti più rischi poiché oltre alla bontà della società emittente “sulla carta”, occorre anche valutare quale sia il loro andamento nel tempo.

Si può anche investire in azioni però comodamente tramite CFD. Che mitigano questo rischio, sebbene ovviamente qualora le cose si mettano male, pure possono dare vita ad una perdita.

Ad esempio usando piattaforme come OBRinvest o eToro si possono cogliere grandi opportunità di mercato in modo semplice. Ad esempio OBRinvest grazie al suo servizio di segnali da in tempo reale informazioni su possibili investimenti da realizzare tramite CFD.

Per saperne di più sui servizi di OBRinvest visitate questa pagina.

Migliori obbligazioni 2021

Vediamo quali possono essere le migliori obbligazioni 2021, fermo restando che nessuno ha la palla di vetro per prevedere cosa accadrà. E che molto probabilmente la crisi sanitaria ed economica del 2020 avrà una coda anche nel 2021.

Fallen Angels

Il nome è quanto mai azzeccato, che oltre ad Angeli caduti potrebbe stare anche per nobili decadute.

Infatti, si tratta di obbligazioni emesse da società che di solido spiccano per la loro solidità, ma che in tempi recenti hanno subito un peggioramento del rating.

In particolare il declassamento ha riguardato il passaggio da categoria investment grade (quindi da classificazione BBB- a salire) ad high yield (ovvero da BB+ a scendere).

Solitamente, avendo già subito un declassamento, difficilmente ne subiranno uno ulteriore a breve. Pertanto, dovrebbero mantenere una loro stabilità per molto tempo.

Occorre poi anche aggiungere che i Fallen angels hanno una qualità superiore alla media degli high yield. E va da sé che migliorando il rating, aumenta anche il valore del titolo emesso.

Bond inflation linked

Il nome di questi titoli è legato al fatto che remunerano interessi in base all’inflazione. Quindi, possono essere una grande opportunità nel caso in cui il mercato cresca.

Questo genere di obbligazioni è emesso soprattutto dagli Stati. Potrebbero essere una grande occasione nel 2021 poiché le politiche monetarie impostate dalle banche centrali, particolarmente espansive, potrebbero avere come effetto la crescita dell’inflazione. E i bond inflation linked potrebbero trarre ottimi vantaggi.

Rivalutando il capitale a scadenza, il patrimonio potrà essere protetto da una possibile svalutazione monetaria. Inoltre, risultano più redditivi dei titoli di stato a tasso fisso.

Convertible bonds

Si tratta di obbligazioni a tasso fisso, tramutabili in azioni sulla base di un rapporto prefissato. Azioni che possono essere sia del medesimo emittente ma anche di qualcun altro. La conversione in azioni è facoltativa e comunque, anche se non si dovesse applicare, resterà la remunerazione alla scadenza.

Il vantaggio però è la possibilità di ricevere azioni ad un prezzo scontato. Ma qualora la borsa dovesse scendere, non subiranno particolari perdite.

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.